Mirantis OpenStack 9.0 distribuisce OpenStack su VirtualBox

Mirantis Openstack 9



Directory articoli


Questo articolo utilizza Fuel per distribuire OpenStack Deployment environment: VirtualBox 6.1.4 Mirantis OpenStack 9.0 ISO XShell6 (optional) Xftp6

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- --------------------
Link per il download di VitualBox: Scarica VirtualBox
Mirantis OpenStack 9.0 ISO Scarica Mirantis OpenStack 9.0 ISO
(Sono richieste informazioni, quindi un collegamento per il download verrà inviato all'indirizzo e-mail fornito)

Indirizzo di download XShell e Xftp: https://www.netsarang.com/zh/



Indirizzo di download della fonte locale del carburante (si consiglia di scaricare PanDwonload o altro software simile, il limite di velocità del disco di rete Baidu è più serio): https://pan.baidu.com/s/1vnpj3nBkAiOSNbmbEhjHPA
(Poiché il carburante scarica le immagini dall'estero per impostazione predefinita, la velocità è lenta e può anche causare errori di installazione, quindi la distribuzione di fonti locali dopo l'installazione può garantire la stabilità, in breve, scarica prima)





Suggerimenti: poiché la versione verrà aggiornata, questo articolo potrebbe non essere applicabile all'ambiente Fuel o ViitualBox aggiornato. Cerca altri tutorial separatamente. Ad esempio, la ricerca Baidu può selezionare lo strumento di ricerca sotto la casella di ricerca e visualizzare i risultati della ricerca entro un mese o un anno, il che sarà più efficiente.

1. Installazione e configurazione di VitualBox

(1) Scarica il programma di installazione dal sito di download indicato. È preferibile scegliere la posizione di installazione anziché l'unità C. Apri ViitualBox, fai clic su Gestisci, seleziona le impostazioni globali, scegli la posizione di installazione della macchina virtuale (l'impostazione predefinita è sull'unità C)
Immagine



(2) Dopo aver fatto clic su OK, quindi su Gestisci, selezionare il gestore della rete host, aggiungere le seguenti tre schede di rete e disabilitare il servizio DHCP:
1. Il nodo master 10.20.0.1 distribuisce la rete privata openstack attraverso la rete pxe
2, 172.16.0.1 rete pubblica openstack, fornisce IP mobile per l'istanza e fornisce una rete esterna
3. La rete interna, di gestione e di archiviazione di 192.168.10.1 openstack, la rete deve essere in modalità mista in vintagebox
Immagine
Immagine
Al termine della configurazione, fare clic su Chiudi.

2. Nuovo fuel_master

(1) Crea una nuova macchina virtuale, il nome è fuel_master, il tipo è Liunx e la versione è Red hat64 bit
Immagine

(2) Per installare più velocemente, dagli prima una memoria 4G (il mio computer ha 16 GB di memoria, in base alla situazione attuale della configurazione del mio computer)
Immagine



(3) Scegli di creare un disco rigido virtuale adesso
Immagine

(4) Seleziona VDI (VirtualBox Disk Image)
Immagine

(5) Scegli l'allocazione dinamica
Immagine

(6) Allocare spazio su disco rigido (preferibilmente più di 50 GB), si consigliano più di 60 GB

Suggerimenti : Dopo aver impostato lo spazio su disco rigido di VirtualBox, non è possibile modificarlo direttamente dalle impostazioni. È possibile utilizzare solo la riga di comando per accedere alla directory di installazione di VirtualBox per eseguire il comando di espansione e anche una serie di operazioni come il montaggio del sistema, che è più problematico. Se si tratta solo di implementazione Non è necessario preoccuparsi dell'esperimento sul carburante. Se vuoi davvero usarlo in futuro, si consiglia di stimare lo spazio e impostarlo più grande per evitare problemi.
(Non dico che è perché le mie impostazioni sono piccole e l'espansione è fastidiosa. Ho appena eliminato la macchina virtuale e l'ho reinstallata per ottenere questa lezione [È solo un ambiente sperimentale, appena installato, quindi non importa】)
Immagine

Se lo spazio su disco rigido è inferiore a 50 GB, questo messaggio di errore verrà visualizzato durante l'installazione anche se la scheda di rete è selezionata correttamente.
Immagine

(7) Configurare la scheda di rete per fuel_master, selezionare Controllo -> Impostazioni

Suggerimenti: fai attenzione, usa semplicemente la scheda di rete desktop Intel PRO / 1000 MT predefinita, I. Questa è la vecchia versione del video sull'installazione del carburante open source che ho visto alla stazione B. Il video mi ha ricordato di scegliere una scheda di rete PCI II. Di conseguenza, dopo che la barra di avanzamento dell'installazione era piena, ho aspettato altri 20 minuti, ma non sono ancora entrato nell'interfaccia di installazione. Dopo aver cercato in Internet, ho scoperto che era il problema della scheda di rete.
Domanda che risponde all'indirizzo del blog originale: https://www.cnblogs.com/yaxin1989/p/7290306.html
Ecco uno screenshot della risposta:
Immagine
La scheda di rete PCI II sarà sempre bloccata quando la barra di avanzamento è piena indipendentemente dalle impostazioni del disco rigido
Immagine
Quindi questo chip di controllo non funziona
Immagine

Quindi la configurazione di NIC 1 è la seguente:
Seleziona Rete solo host, il che significa che solo la macchina locale può accedere alla macchina virtuale e la macchina virtuale non può accedere alla rete esterna
Presta attenzione al nome dell'interfaccia
La modalità promiscua deve essere attivata
Immagine
La configurazione di NIC 2 è la seguente:
Immagine
La configurazione di NIC 3 è la seguente:
Immagine

(8) Passare alla scheda di archiviazione e selezionare l'immagine MirantisOpenStack scaricata
Immagine
(9) Fare clic su OK, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale e fare clic su Avvia per avviare l'installazione
Immagine
Se viene visualizzata la seguente interfaccia, fare clic su Annulla e lasciarla sola
Immagine
(10) Premere Invio direttamente nella seguente interfaccia senza attendere,
Immagine

(11) Se ritieni che l'interfaccia di installazione della riga di comando nera sia stata sospesa per molto tempo, puoi spostare il mouse sull'interfaccia della macchina virtuale e utilizzare il tasto Alt + Tab per passare alla seguente interfaccia della barra di avanzamento per vedere se il la barra di avanzamento si sta muovendo
Immagine
Dopo che la barra di avanzamento è piena, questa interfaccia apparirà per alcuni minuti al massimo, quindi l'installazione è normale
Immagine
(12) Accedere all'interfaccia di configurazione dell'installazione, si consiglia di modificare tutte le impostazioni predefinite ad eccezione dell'opzione BootstrapImage
Immagine
Nell'opzione BootstrapImage, seleziona Salta la creazione dell'immagine bootstrap, perché se non la selezioni, il carburante predefinito riceverà la fonte dall'estero. Se la velocità è molto lenta, l'installazione non riuscirà. Scegli di utilizzare la fonte locale in futuro. distribuire
Immagine
Usa le impostazioni predefinite per tutto il resto. Spostare il cursore su Esci dall'installazione, premere Invio e selezionare Salva ed esci. Dopo la conferma, ci vorrà circa un minuto. Il sistema controlla se le modifiche sono conformi
Immagine

(13) Aspetta pazientemente Circa due ore (A seconda della memoria allocata e della configurazione della macchina) Viene visualizzata la seguente interfaccia, che indica che l'installazione è riuscita e il nome utente e la password vengono visualizzati sull'interfaccia
Immagine

Si consiglia vivamente di salvare l'istantanea del sistema in questo momento, in modo da evitare errori di funzionamento in futuro e ripristinare lo stato del sistema esistente. Dopo tutto, ci sono volute due ore per l'installazione

3. Crea un nuovo ambiente OpenStack

(14) Immettere l'indirizzo https://10.20.0.2:8443 nel browser Potrebbe essere visualizzata la seguente interfaccia , Clicca per continuare
Immagine

Viene visualizzata l'interfaccia di accesso, immettere il nome utente e la password predefiniti per accedere
Immagine

Inizia a usare il carburante
Immagine
(15) Vai alla console e fai clic su Nuovo ambiente OpenStack
Immagine
Immettere il nome dell'ambiente
Immagine
Usa QEMU-KVM selezionato per impostazione predefinita
Immagine
Usa il vlan predefinito selezionato
Immagine
Anche l'archiviazione back-end utilizza l'LVM predefinito
Immagine
Il servizio aggiuntivo non è selezionato di default, se hai esigenze particolari, scegli da solo
Immagine
Fare clic su Nuovo per completare la creazione dell'ambiente
Immagine

4. Configurare l'origine locale

(16) Configurare l'origine locale
Usa cd / var / www / nailgun per aprire la directory corrispondente e usa ls per visualizzare la directory senza mirror
Immagine
Apri Xftp, seleziona Nuova finestra di dialogo, inserisci l'indirizzo IP del master, puoi visualizzarlo tramite ifconfig
Immagine
Il nome utente e la password sono il nome utente e la password del master
Immagine
Sia la macchina locale che la macchina virtuale vengono aperte nelle directory corrispondenti. Questa macchina è la directory di archiviazione di origine locale (dopo la decompressione), la macchina virtuale è / var / www / nailgun, seleziona l'origine locale e decomprimi le due cartelle, fai clic con il tasto destro e seleziona trasferisci
Immagine
Se viene richiesto se sovrascrivere, selezionare OK
Immagine
Dopo aver atteso il completamento del trasferimento, passa alla macchina virtuale master e inserisci ls Verificare che la cartella dei mirror esista
Immagine
e quindi immettere fuel-createmirror Comando, lo scopo di questo comando è cambiare l'indirizzo di origine dell'interfaccia di gestione in background web con questo indirizzo
Immagine
La seguente visualizzazione indica che la creazione è completa
Immagine

Quindi inserisci fuel-bootstrap list Puoi vedere che la barra di stato del mirror non è attivata e quindi entrare
fuel-bootstrap activate d01c72e6-83f4-4a19-bb86-6085e40416e6 Comando (sembra che l'uuid mirror creato sia lo stesso, puoi accedere con xshell, copiare il comando direttamente da eseguire, in modo da evitare errori di digitazione manuale), quindi utilizzare fuel-bootstrap list Controllalo e trovalo attivato
Immagine

5. Creare i nodi del controller e della macchina virtuale di calcolo

(18) Crea nodi di macchine virtuali Controller e Compute

Stabilire prima il nodo contronller Immagine
La memoria è impostata su 3 GB, che è 3072 MB (non dovrebbe essere inferiore a 3 GB, la memoria del nodo di calcolo può essere impostata su un valore inferiore)
Immagine
Scegli di creare ora, alloca dinamicamente, l'hard disk è diviso in 80G (aggiustalo anche opportunamente in base alla situazione reale del tuo computer, ma non meno di 50G, i motivi sono menzionati sopra)
Immagine
Immagine
Quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale fuel_controller, fare clic su Impostazioni, passare alla scheda di sistema, controllare l'avvio della rete e passare alle preferenze, come mostrato in figura: Immagine

Le impostazioni della scheda di rete (cioè le impostazioni della scheda di rete) sono le stesse del nodo fuel_master,

Immagine
Immagine
Immagine
Per quanto riguarda la scheda di archiviazione, non è necessario scegliere, perché le macchine virtuali del nodo vengono avviate tutte tramite la rete
Immagine
Puoi avviare prima il nodo fuel_controller, lasciarlo installare prima, quindi configurare il nodo di calcolo, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale fuel_controller e selezionare l'avvio normale, e ti verrà chiesto di scegliere come mostrato di seguito Annulla Può
Immagine
Quando si incontra questa interfaccia, la selezionerà automaticamente dopo aver atteso tre secondi per impostazione predefinita
Immagine
Approfitta del tempo di installazione per creare un nuovo nodo di calcolo, seleziona Nuovo, imposta il nome della macchina virtuale su fuel_compute, imposta la memoria su 2 GB e scegli il disco rigido per installare l'allocazione dinamica ora
Immagine

Le impostazioni della scheda di rete e della scheda di archiviazione non verranno ripetute qui, come per la macchina virtuale fuel_controller
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Se il computer dispone di una grande memoria, è possibile aprirlo direttamente dopo aver completato la configurazione della macchina virtuale fuel_compute e installarlo contemporaneamente a fuel_controller. Altrimenti, attendi pazientemente che fuel_cotroller sia installato e poi aprilo. È possibile aprire il task manager per verificare se la memoria è piena, nel caso in cui la memoria sia piena e il computer finga la morte.

Come mostrato nella figura seguente, vengono installate le due macchine virtuali appena create
Immagine

6. Distribuire OpenStack

(19) Tornando alla console WEB, troverai due nuovi nodi nell'angolo in alto a destra
Immagine
Fare clic per aggiungere il nodo
Immagine
Quindi assegnare i ruoli controller e cinder al nodo controller
Immagine
Quindi seleziona aggiungi nodo
Immagine
Assegna i ruoli di calcolo e cenere al calcolo, quindi fai clic per applicare le modifiche
Immagine

Selezionare prima il nodo del controller, fare clic su Configura interfaccia
Immagine

Trascina i tre moduli su enp0s9, fai clic e tieni premuto il modulo per trascinare
Immagine
Come mostrato nella figura, fare clic su Applica e tornare all'elenco dei nodi
Immagine
Quindi configurare l'interfaccia del nodo di calcolo in modo che sia la stessa del controller, ovvero, come mostrato nella figura seguente, fare clic sulla stessa applicazione e quindi tornare all'elenco dei nodi
Immagine
(20) Modificare la configurazione della rete del carburante e l'indirizzo del master del carburante
Dopo essere tornati all'elenco dei nodi, selezionare la scheda di rete, modificare l'intervallo IP in 172.16.0.3 e il gateway in 172.16.0.2, quindi trascinare verso il basso e fare clic per salvare le impostazioni
Immagine
Nelle altre schede a sinistra, modificare l'elenco dei server NTP in 10.20.0.2, quindi fare clic su Salva impostazioni
Si noti che ho commesso un errore durante la configurazione e ho configurato l'elenco DNS su 10.20.0.2 e l'elenco dei server NTP non è stato modificato, il che ha causato i successivi errori di distribuzione. Si prega di prendere un avvertimento e controllare attentamente.
Immagine

Quindi seleziona il controllo della connettività a sinistra e fai clic su verifica rete
Immagine
Se viene visualizzato il seguente messaggio, indica che la configurazione di rete è corretta. In caso di errore, controlla i passaggi
Immagine
(21) Modifica l'indirizzo del master del carburante #vi / etc / sysconfig / network-scripts / ifcfg-eth1
Dopo aver inserito, utilizzare i tasti freccia per controllare il cursore su BOOTPROTO e premere i, quindi modificare dhcp in 'statico', quindi aggiungere IPADDR a 172.16.0.2, quindi aggiungere NETMASK a 255.255.255.0, quindi modificare ONBOOT in È 'sì' ,
Quindi premere Esc e immettere wq per entrare, salvare e uscire
Immagine
Immagine

Quindi immettere il comando di riavvio della rete del servizio per riavviare il servizio di rete, quindi utilizzare ifconfig eth1 per verificare se la configurazione della scheda di rete è stata modificata correttamente
Immagine
(22) Quindi torna alla console WEB, fai clic su Distribuisci modifiche
Immagine
Fare clic per distribuire
Immagine
Attendi qualche secondo, vedrai la barra di avanzamento della distribuzione nella pagina della console, devi distribuire completamente Circa un ora
Immagine

Puoi anche fare clic sulla scheda del nodo, puoi vedere la distribuzione di ogni nodo
Immagine
Dopo aver installato Ubuntu, OpenStack
Immagine

Come mostrato nella figura, la distribuzione ha esito positivo
Immagine

Torna alla console, puoi vedere il pulsante Horizon, fare clic per accedere alla pagina Web di Openstack
Immagine
Attendi un po ', apparirà l'interfaccia come mostrato in figura, il nome utente e la password predefiniti sono entrambi admin

Dopo aver effettuato l'accesso, fai clic sul progetto e controlla il mirror. Puoi vedere che c'è solo un piccolo TestVM e il resto sta aspettando che tu lo goda. Spero che tutti non siano stupidi come me. Ci è voluto un giorno per farlo. . . .

Finora è finita ~~~